Fotoriproduzione

L’Archivio di Stato di Como effettua il servizio di riproduzione tramite duplicazione per contatto (esclusivamente in bianco e nero e nei formati A4 e A3) e stampe da digitale. Si effettua, inoltre, l'invio di files di documenti digitalizzati, tra cui anche le mappe catastali.

NON viene in alcun caso riprodotto il materiale bibliografico antico o moderno.

 

Fotografie con mezzo proprio

L’Istituto concede agli utenti di effettuare, con mezzo proprio, fotografie ai documenti. Per accedere al servizio, l'utente deve compilare un apposito modulo, disponibile presso la Sala Studio, ed ottenere la preventiva autorizzazione del funzionario.

Ai sensi della circolare ministeriale n. 33 del 7 settembre 2017, sono esenti da canone le riproduzioni per uso personale o per motivi di studio o ricerca o, ancora, per finalità di valorizzazione dei beni stessi, purché attuata non a scopo di lucro. La libera riproduzione dei documenti deve ritenersi assentita per le sole finalità che la norma espressamente enuncia e deve svolgersi con modalità che non comportino alcun contatto fisico con il bene, né l'esposizione dello stesso a sorgenti luminose né l'uso di stativi o treppiedi. È pertanto fatto assoluto divieto di utilizzare flash, scanner portatili o a penna o qualsivoglia altro tipo di fonte luminosa.

 

Servizio di fotoriproduzione a pagamento presso la Sala Studio

E' possibile richiedere riproduzioni dei documenti originali appositamente effettuate dall'istituto, previo pagamento delle spese sostenute dall'ufficio, disciplinate dal Decreto del Ministro per i beni culturali e ambientali 8 aprile 1994 (Tariffario per la riproduzione e l’uso del patrimonio storico-archivistico) e dal successivo adeguamento regolato con Circolare n. 21 del 17 giugno 2005 della Direzione Generale Archivi. 

Per accedere al servizio, l'utente della sala studio deve compilare un apposito modulo e ottenere la preventiva autorizzazione del funzionario

Il relativo pagamento avviene direttamente presso l’Istituto, sul momento, in contanti o tramite il portale PagoPA.

Non è consentita la riproduzione fotostatica di:

  • documenti deteriorabili o in precario stato di conservazione
  • pergamene, mappe e disegni acquerellati o di grande formato
  • registri o materiale comunque rilegato 


Richieste di immagini e scansioni per corrispondenza

L’Archivio di Stato di Como evade richieste di scansioni di documenti per corrispondenza, tramite file. Non si spediscono fotocopie per corrispondenza. Non si effettuano, al momento, riprese fotografiche.

Le richieste di preventivo devono essere indirizzate a as-co@beniculturali.it e devono essere corredate da indicazioni precise sul fondo archivistico nel quale i documenti sono conservati, (serie, unità archivistica (numero di busta, registro, volume), data del documento di cui si richiede l’immagine.

L'Archivio di Stato comunicherà al richiedente l'esatto importo da versare, sulla base del tariffario vigente, tramite la piattaforma PagoPA come spiegato al relativo paragrafo.

TARIFFARIO

Pagamenti tramite PagoPA

A partire dal 12 luglio 2021, i pagamenti verso l'Archivio di Stato di Como devono essere effettuati attraverso la piattaforma digitale PagoPA, a cui si accede tramite il seguente link:

https://pagonline.cultura.gov.it/pagamenti-pagopa/operazioni/home.do

Si consiglia di consultare la "Guida utente" del portale pagamenti, disponibile qui: PagoPA - Guida utente (PDF, 2766 KB)

Dopo aver effettuato la registrazione (se anche si era iscritti al vecchio portale, occorre fare una nuova registrazione) e aver completato l’attivazione, sarà possibile accedere alla sezione "Acquista servizio" e selezionare i seguenti campi:

  • Ente: “Archivio di Stato di Como”
  • Servizio: “Servizio di fotoriproduzione”
  • Quantità: come da preventivo ricevuto
  • Prezzo: si faccia attenzione a non utilizzare il carattere virgola per separare i decimali bensì il punto (es.: 16.5 e NON 16,5)
  • Dettaglio causale: come da preventivo ricevuto

Dalla schermata di visualizzazione del carrello sarà possibile verificare i dati relativi all’acquisto e procedere con l’invio del pagamento. Si specifica che le spese del servizio di fotoriproduzione non includono i costi del PSP (Prestatore di Servizi di Pagamento) che aderisce al servizio di PagoPA.

Le immagini saranno inviate esclusivamente via e-mail all’indirizzo di posta elettronica comunicato dal richiedente, soltanto dopo che lo stesso abbia fatto pervenire all’indirizzo di posta elettronica dell’Archivio di Stato di Como (as-co@beniculturali.it) la ricevuta di avvenuto pagamento (scaricabile dalla voce di menu “Visualizza acquisti”).

Le richieste saranno evase nel più breve tempo possibile e comunque entro un massimo di 45 giorni.